Una nuova casa per il sociale


Il Lions Club Castiglione della Pescaia Salebrvm, da sempre al servizio del proprio territorio, ha portato a termine un altro importantissimo Service, occupandosi di tutta la fase di progettazione e donando al Comune di Castiglione della Pescaia il progetto definitivo di un nuovo centro polifunzionale per il sociale che sorgerà in Via Isolabella.

Tutta la fase di progettazione è stata curata dal nostro socio Arch. Fabio Bonazia. Il Progetto Definitivo ha già ultimato l’iter autorizzativo, ottenendo i necessari nulla osta del Comune di Castiglione, della Commissione Comunale per il Paesaggio e della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Siena Grosseto e Arezzo. Il progetto ha inoltre partecipato al bando Misura 7.4.1 “reti di protezione sociale nelle zone rurali ” promosso nell’ambito del programma Leader 2014-2020 dal far Maremma, rientrando fra i 10 progetti finanziabili in graduatoria provvisoria, con un finanziamento assegnato di 100.000,00 €.

L’intervento prevede la riqualificazione di un’area di margine fra la pineta e il padule della Diaccia Botrona, mediante la completa demolizione di immobili fatiscenti e fabbricati precari sorti nel corso degli anni e la costruzione di un nuovo edificio polifunzionale per il sociale. Ciò permetterà da una parte di riunire in modo sistematico alcune funzioni attualmente collocate in spazi non idonei (ludoteca, colonia estiva, percorsi formativi per disabili), dall’altra di porre fine ad una situazione di degrado, migliorando sensibilmente il livello qualitativo dell’area ed il rapporto fra costruito e contesto.

Studio preliminare (soluzione definitiva)
Planimetria Generale

Il nuovo fabbricato, che avrà una superficie di mq 331, si svilupperà lungo l’asse longitudinale del lotto, parallelamente alla strada, e sarà composto da tre corpi di fabbrica principali, ciascuno identificabile con una delle differenti funzioni per il sociale che vi si andranno a collocare, con interposte le aree di ingresso e i servizi.

Si tratterà di un fabbricato moderno, funzionale, totalmente privo di barriere architettoniche e con una spiccata attenzione al rispetto dell’ambiente e al contenimento dei consumi energetici.

Sarà realizzato con l’impiego di materiali naturali, con una struttura in legno (pannelli X-LAM) proveniente da foreste certificate ed un triplo strato isolante (fibra di legno da cm 4 interno e doppio strato esterno in fibra di legno da cm 8 ed in pannelli di legnocemento da cm 4), che permetteranno di coniugare una bassissima trasmittanza ad una elevata inerzia termica. Le pareti saranno rivestite con doghe in legno di larice nei tre corpi principali e con finitura intonacata nei due blocchi ingresso e servizi. La copertura sarà realizzata con struttura a travi in legno lamellare GL24H e doppio tavolato incrociato 3+2 cm. Sarà dotata di uno strato di coibentazione da 12 cm in lana di roccia ad alta densità resistente ai carichi, protetta da pannelli in OSB da 15 mm ed impermeabilizzata con un doppio strato di guaina.

Oltre ad un involucro altamente efficiente per massimizzare il guadagno passivo di calore e, di conseguenza, contenere il consumo energetico, sono state effettuate specifiche scelte progettuali. L’edificio è stato infatti dotato sul fronte principale (esposto a sud) e sul fronte ovest di grandi aperture vetrate, schermate da una pergola con frangisole profonda 2,50 m, sulla quale cresceranno dei rampicanti caducifoglie. Sfruttando il differente angolo di incidenza dei raggi solari fra stagione estiva e stagione invernale (maggiore in estate e minore in inverno), l’azione combinata dei frangisole e la presenza dei rampicanti permetterà di escludere l’ingresso diretto dei raggi solari all’interno dell’edificio nella stagione estiva, mantenendo le vetrate in ombra, permettendone invece l’ingresso nella stagione invernale (grazie all’assenza di fogliame sui rampicanti e alla mancata azione dei frangisole a causa del diverso angolo di incidenza) con il conseguente guadagno passivo di calore.